COSTA RICA: TRA I CARAIBI E IL PACIFICO

Le coste del Costa Rica, distanti duecento chilometri l’una dall’altra, sono esempi perfetti di un turismo sensato e di alto livello, orientato alla scoperta e alla protezione degli ecosistemi centroamericani.

Al confine con i Caraibi a nord-est, a un’ora di volo o cinque ore di autobus e barca dalla capitale San José, si trova il Parco Nazionale del Tortuguero. Con una superficie di 310 km2, questa riserva naturale è il sito di nidificazione di una grande varietà di tartarughe marine. Potrete assistere allo spettacolare evento di notte, guidati da un’esperta guida locale.

Questo santuario biologico, il luogo più selvaggio del paese, può essere esplorato in barca o in kayak come opzione più sportiva. Naviga attraverso un labirinto di canali navigabili, circondato da una lussureggiante foresta primaria. È un’opportunità unica per vedere più di 400 specie di uccelli nel loro habitat naturale durante il loro periodo di migrazione e centinaia di specie di anfibi, rettili e mammiferi, tra cui il famoso giaguaro.

Segui la stessa linea di latitudine verso la costa del Pacifico fino alla provincia di Guanacaste, ed è uno scenario completamente nuovo.
A quattro ore di auto o un’ora di volo da San José, questa regione è altrettanto lussureggiante e vanta un habitat naturale con una miriade di animali, piante e paesaggi sublimi.

Da Samara, protetta dalle sue barriere coralline dove gli amanti dello snorkeling possono vedere mante, tartarughe e una serie di pesci tropicali, a Puerto Carrillo e Punta Islita, dove è possibile praticare la pesca e le immersioni subacquee, è possibile
tutti si rilassano e godono di piacevoli passeggiate lungo alcune delle spiagge più belle della Costa Rica. In determinate stagioni vengono organizzate anche crociere per osservare balene, delfini e mante: un’esperienza indimenticabile.

Condividi questo articolo

Ottimizzato da Optimole